Cavallo di ritorno:sgominato racket estorsioni a San Severo

null

Brillante operazione del Commissariato di San Severo, collaborato dalla Squadra mobile e dal Reparto Prevenzione Crimine di Bari , che hanno dato esecuzione, nelle prime ore della odierna mattinata, a 13 misure cautelari, di cui cinque in carcere e nove agli arresti domiciliari,nei confronti di una banda sanseverese dedita ad una vasta e complessa attività illecita, che consisteva nel furto di autoveicoli di varie marche e genere , nella successiva richiesta estorsiva al proprietario e nell’ incendio del veicolo quando la vittima non cedeva al ricatto (“cavallo di ritorno”).Gli indagati operavano nei centri dell’Alto Tavoliere (Lesina, Apricena, San Severo e Serracapriola), ed anche nelle limitrofe regioni del Molise e dell’ Abruzzo. Le indagini hanno preso avvio a seguito dell’ arresto in flagranza di uno degli indagati conseguente al furto di un’ autovettura e hanno coperto un lasso temporale che va da marzo 2010 al maggio di quest’anno. 44 gli episodi di furto contestati alla banda dagli inquirenti per un giro d’ affari attestato intorno ai centomila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*