Coronavirus. M5S presenta la Mappa della Solidarietà: Mettiamo in rete iniziative dei volontari pugliesi per farle conoscere ai cittadini

“Dopo aver destinato 160 mila euro derivanti dal taglio degli stipendi in kit di dispositivi di protezione per le postazioni di guardie mediche in Puglia, vogliamo continuare a dare un contributo concreto ai pugliesi, per affrontare questo momento difficile in cui è fondamentale restare uniti. Soprattutto per chi è solo, è necessaria una rete di sostegno. Dobbiamo ringraziare i tantissimi volontari che mettono in campo una solidarietà dirompente, che commuove e riempie il cuore. In questi giorni difficili, infatti, abbiamo assistito a una vera gara di solidarietà, con il moltiplicarsi di azioni da parte di associazioni, cittadini e volontari per sostenere chi ne ha più bisogno. Vogliamo che le attività messe in campo siano accessibili a tutti. Per questo abbiamo ideato la mappa della solidarietà, consultabile sul nostro sito, che i cittadini potranno aggiornare segnalando le attività solidali non ancora presenti”. Così la consigliera del M5S Antonella Laricchia presenta la ‘mappa della solidarietà’, da oggi online sul sito www.pugliacinquestelle.it  al link http://www.pugliacinquestelle.it/2020/03/mappa-della-solidarieta/ per mettere a sistema e far conoscere a tutti i pugliesi le tante iniziative di enti pubblici e privati per permettere ai cittadini di restare a casa e ai professionisti della sanità di fare il loro lavoro

“In diverse parti della nostra Regionecontinua Laricchia c’è chi sta distribuendo la spesa a domicilio, chi consegna i giornali a casa, chi si preoccupa di distribuire le medicine, chi s’impegna a trasmettere una messa in diretta Facebook, chi offre supporto psicologico gratuito o assistenza alle persone sole e chi lavora abitualmente con i più piccoli e mette a disposizione la propria esperienza online. Azioni di solidarietà che rappresentano il valore più prezioso del nostro popolo e devono essere conosciute da tutti i pugliesi. Per questo abbiamo scelto di mapparle e offrire ai cittadini una panoramica semplice e accessibile di tutti i servizi offerti da enti pubblici o privati”.

La mappa è stata realizzata grazie al supporto tecnico di OpenPuglia, progetto di cittadinanza attiva digitale per favorire attraverso i dati l’innovazione in Puglia tra cittadini, imprese ed enti pubblici.

“Nell’emergenza – dichiara Vincenzo Patruno (OpenPuglia) – diventa fondamentale la corretta e precisa informazione a tutta la popolazione coinvolta. In un momento in cui è necessario restare a casa, diventa necessario poter avvalersi di servizi essenziali che possono essere erogati a domicilio. La mappa raccoglie così tutte le informazioni relative ai tanti servizi che associazioni, volontari ed enti pubblici stanno erogando sul territorio pugliese per far fronte ai bisogni dei cittadini. Nella mappa troviamo informazioni su chi eroga un determinato servizio, il tipo di servizio offerto, i contatti utili. Si tratta di servizi di vario genere, pensati sia per i cittadini che per gli operatori della sanità e che si trovano far fronte ad esigenze materiali, come ad esempio la distribuzione della spesa, la distribuzione di pasti pronti, l’assistenza agli anziani ma anche per fornire sostegno psicologico”.

“Vogliamo che anche i cittadini diano il loro contributo conclude Laricchiasegnalando le attività di cui sono a conoscenza per far crescere sempre di più questa rete della solidarietà. Farlo è semplice: basta compilare un form con poche domande per comunicarci altre attività di volontariato presenti sul territorio. La mappa si aggiornerà periodicamente grazie anche a queste segnalazioni. Vogliamo ringraziare l’associazione OpenPuglia per il supporto tecnico, tutti i volontari e attivisti che hanno offerto aiuto nella distribuzione diretta dei kit alle guardie mediche, il Questore di Bari e i Prefetti di Puglia che, per il tramite di Gianmauro Dell’Olio, ci hanno supportato nelle procedure di autorizzazione. Abbiamo scelto un modo semplice per poter dare il nostro contributo in questo momento difficile. Ora tocca a noi, perché #LaPugliaSiamoNoi”.