Asca: De Leonardis (UdC) preoccupato per la chiusura degli ospedali in Capitanata

 Segue articolo dell’agenzia di stampa ASCA

”La Capitanata paghera’ un prezzo altissimo al Piano di rientro sanitario predisposto dall’assessore Tommaso Fiore, con il declassamento annunciato degli ospedali di San Marco in Lamis, Monte Sant’Angelo e Torremaggiore, che pure costituivano un importante riferimento per le rispettive comunita”’. Lo afferma il consigliere regionale UDC della Puglia e presidente della Commissione Affari Istituzionali, Giannicola De Leonardis, il quale ribadisce la propria ”contrarieta’ a una decisione che fa pesare alle persone comuni, in particolari le piu’ deboli e bisognose, i costi di errori e sprechi, di demagogia e cattiva gestione che hanno poi determinato l’esplosione del deficit in materia sanitaria”.

”Sono preoccupato – aggiunge l’esponente Udc – anche per il futuro delle professionalita’ legate alle strutture ospedaliere, che non vanno assolutamente disperse e accantonate in attesa di improbabili riconversioni. Quei posti di lavoro vanno difesi e tutelati, altrimenti i costi sociali del maquillage  predisposto dall’assessore Fiore diverrebbero insostenibili: non si tratta quindi di sostenere in Consiglio regionale e nei singoli comuni una semplice battaglia di campanile, ma di conoscere la realta’ di territori gia’ fortemente penalizzati in passato e che non possono piu’ permettersi e permettere ulteriori lacerazioni”.

”Per questo – conclude De Leonardis – sono necessarie ulteriori e doverose garanzie e assicurazioni, in un momento di estrema criticita’ e di sacrifici che non possono e non devono essere sbilanciati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*