ASL FG: presentato il cronoprogramma di inizio lavori dei cantieri finanziati dal PNRR in tutta la provincia

La ASL Foggia ha presentato oggi nel corso di una conferenza stampa, il cronoprogramma dei lavori previsti nell’ambito dei finanziamenti PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) MISSIONE M6 – SALUTE COMPONENTE C1 – Reti di prossimità, strutture e telemedicina per l’assistenza sanitaria territoriale. I lavori riguardano: 26 Case della Comunità e 7 Ospedali di Comunità per un totale di 29.161.556 euro.

Presenti alla conferenza stampa il Direttore Generale della ASL Foggia Antonio Nigri, la Direttrice Sanitaria Mara Masullo e la Task Force PNRR aziendale coordinata dal Direttore dell’Area Gestione Tecnica Marcello Tedone.

Oggi – ha dichiarato Nigri – parte la fase operativa di attuazione alla riforma dell’organizzazione territoriale dei servizi sanitari prevista dal DM 77 del 2022. L’impegno che assumiamo oggi è definire un cronoprogramma con l’avvio dei cantieri e stringere con le amministrazioni locali un’alleanza virtuosa che ci consentirà di portare a termine gli obiettivi che il PNRR stabilisce”.

Da oggi partono i cantieri con il seguente inizio lavori:

  • 27 maggio: Casa della Comunità di Rodi Garganico e Ospedale di Comunità di Vico del Gargano;
  • 10 giugno: Ospedale di Comunità di Vieste;
  • 17 giugno: Case della Comunità di San Marco in Lamis, Torremaggiore, Vieste;
  • 24 giugno: Case della Comunità di Foggia (via Grecia), Peschici, Bovino, Cagnano Varano;
  • 1 luglio: Casa della Comunità di Monte Sant’Angelo;
  • 9 settembre: Case della Comunità di Manfredonia.

A ottobre 2024 inizieranno i lavori della struttura di Foggia (via Protano) che ospiterà Casa della Comunità e Ospedale della Comunità (previo rilascio di autorizzazioni amministrative), delle Case della Comunità di Stornarella e Troia e dell’Ospedale di Comunità di Volturino.

A novembre 2024 partiranno i cantieri degli Ospedali di Comunità di San Marco in Lamis e San Nicandro garganico e della Casa della Comunità di Vico del Gargano.

A gennaio 2025 start per le Case della Comunità di Serracapriola, San Paolo di Civitate e Accadia.

A febbraio 2025 partenza dei lavori per: le Case della Comunità di Lucera e Orsara di Puglia e dell’Ospedale di Comunità di Monte Sant’Angelo.

A marzo 2025 le Case della Comunità di San Giovanni Rotondo, Cerignola.

A giugno 2025: Case della Comunità di Biccari e Carpino.

A settembre 2025 case della Comunità di Pietramontecorvino, Rocchetta Sant’Antonio, Apricena.

Tutto questo – ha concluso Nigri – è frutto di un intenso lavoro sinergico che vede coinvolti direzione strategica, area Tecnica, task force e direttori delle varie strutture territoriali, impegnati ad organizzare i trasferimenti delle attività, ove necessario, per consentire l’avvio dei lavori e garantire la continuità dei servizi al cittadino”.

Cosa è la Casa della Comunità

La Casa della Comunità è il luogo fisico, di prossimità e di facile individuazione al quale la persona assistita può accedere per poter entrare in contatto con il sistema di assistenza sanitaria.

La Casa della Comunità prevede un modello di intervento multidisciplinare; al suo interno opereranno équipe multiprofessionali composte da:

  • Medici di Medicina Generale
  • Pediatri di Libera Scelta
  • Specialisti Ambulatoriali
  • Infermieri
  • Psicologi.

Cosa è l’Ospedale di Comunità

L’Ospedale di Comunità è una struttura sanitaria di ricovero che afferisce alla rete di offerta dell’Assistenza Territoriale e svolge una funzione intermedia tra il domicilio e il ricovero ospedaliero, con la finalità di evitare ricoveri ospedalieri impropri o di favorire dimissioni protette in luoghi più idonei al prevalere di fabbisogni sociosanitari, di stabilizzazione clinica, di recupero funzionale e dell’autonomia e più prossimi al domicilio.

SCARICA PRESENTAZIONE IN PDF