Raffaele Piemontese a Vieste per tappa Italia Beach Soccer 

“Accesso popolare alla pratica sportiva, eventi sportivi che esaltano il nostro patrimonio naturale e culturale, occasione per stare insieme senza barriere fisiche e mentali: dal 2015 la tappa di Vieste dell’Italia Beach Soccer è diventata anno dopo anno un appuntamento di grande richiamo, simbolo di tutto ciò che è sfociato nella candidatura di Vieste a comune europeo dello sport 2025 e, cioè, l’espressione piena della strategia che, da otto anni, caratterizza le politiche sportive regionali”. Lo ha detto il vicepresidente della Regione Puglia e assessore allo Sport per Tutti, Raffaele Piemontese, aprendo stamattina, insieme alla vicesindaco di Vieste Rossella Falcone, all’assessore comunale allo Sport Dario Carlino e alll’organizzatore e allenatore dell’IBS Maurizio Iorio, la due giorni che vedrà sfilare e sfidarsi sulla Vieste Beach Arena oltre 300 atleti fra gli ex calciatori professionisti delle quattro nazionali di Francia, Argentina, Albania e Italia, i ragazzi del Campionato Universitario Nazionale e le ragazze delle società di danza affiliate all’Unione Italiana Sport Per tutti. 

La competizione si svolge nel grande impianto sportivo sul Lungomare Europa di Vieste da questo pomeriggio fino alla serata di domani, domenica 16 luglio, ed è una tappa del ventiquattresimo tour che è realizzato in giro per il mondo dalla IBS di Iorio, ex calciatore di Bari, Foggia, Genoa, Verona, Inter e della Roma che vinse lo scudetto esattamente 40 anni fa.

“In questo evento sportivo – ha aggiunto Piemontese – ci sono tutti gli ingredienti che ispirano le politiche sportive pugliesi che, quest’anno, si arricchiscono di una componente sociale particolare essendo anche la ventesima tappa di ‘Allénati contro la Violenza’, la campagna di sensibilizzazione che Assessorato al Welfare e Assessorato allo Sport Per Tutti stanno sostenendo sul tema della violenza maschile contro le donne, per cui sarà presente a Vieste il Centro Anti Violenza di Vico del Gargano condividendo i suoi servizi e le sue esperienze con un pubblico vasto e variegato, richiamando l’attenzione su un fenomeno che colpisce in modo trasversale un numero di donne troppo elevato”.

“Una componente sociale – ha osservato il vicepresidente – che ben si sposa con i valori della lealtà sportiva e del divertimento sano dell’ASD ‘Vieste in Movimento’, presieduta da Michele Prencipe, uomo di sport e imprenditore che si è inventato la Vieste Beach Arena, portando valore aggiunto a un pezzo di Gargano già molto attrattivo, moltiplicandolo grazie alla visibilità mediatica assicurata da piattaforme nazionali come Sky che manderà in onda per circa 80 ore la tappa di Vieste dell’IBS”.

A margine della conferenza stampa, Piemontese ha lanciato anche l’avviso per i contributi regionali a sostegno di progetti e centri estivi sportivi. “L’estate è il momento in cui tutti recuperano un po’ di tempo per la cura di se e per divertirsi – ha detto Piemontese – e anche quest’anno lanciamo i contributi a sostegno di progetti e centri estivi sportivi, che prevedano accesso gratuito per minori, donne, anziani, disabili, persone con patologie croniche o tumorali, obese o in condizioni di disagio socio-economico, per cui mettiamo in campo circa un milione e mezzo di euro per idee e attività estive che incentivino la pratica fisica, motoria e sportiva, diffondano la cultura del movimento e promuovano lo sport come strumento di prevenzione per migliorare il benessere psico-fisico”.

Sul portale tematico “Salute, Sport e Buona vita – PugliaSportiva” del sito internet istituzionale regione.puglia.it ci sono tutti gli allegati per accedere ai contributi gestiti dalla Sezione Bilancio della Sanità e dello Sport. Le istanze possono essere inoltrate da lunedì 17 luglio fino a lunedì 31 luglio prossimo, esclusivamente in via telematica utilizzando la piattaforma dedicata disponibile all’indirizzo egov.regione.puglia.it e accessibile attraverso lo SPID. 

La procedura valutativa delle istanze è a sportello, cioè procederà seguendo l’ordine di arrivo e fino a esaurimento del budget di 1 milione e mezzo di euro disponibile.

Possono presentare domanda associazioni e società sportive dilettantistiche, enti morali che perseguono finalità educative, ricreative e sportive senza fini di lucro, associazioni di promozione sociale, comitati e federazioni sportive, enti di promozione sportiva e Comuni.