VACCINI: NATURALE (M5S), GUAI A SPRECHI. SERVONO INDICAZIONI PER UNDICESIMA DOSE

«Ogni flaconcino è oro e deve essere utilizzato fino all’ultima goccia.
Lo ha detto pochi giorni fa anche l’Agenzia italiana del farmaco. La
Commissione Ctf Aifa ha sottolineato l’opportunità di ricavare il
maggior numero possibile di dosi da ciascun flaconcino di vaccino, fatta
salva la garanzia di iniettare a ciascun soggetto la dose corretta e la
disponibilità di siringhe adeguate. È possibile ricavare da ogni flacone
11 vaccinazioni e non solo 10 come formalmente indicato nel bugiardino».
Lo annuncia la senatrice del MoVimento 5 Stelle Gisella Naturale che in
merito ha presentato un’interrogazione al ministro della Salute Roberto
Speranza.

«Dopo varie segnalazioni, spiega, allertata dai medici del territorio foggiano, impossibilitati nei fatti a somministrare l’undicesima dose,
pur avendo verificato direttamente come quella dose di vaccino sia
abbondantemente contenuta nel flacone di Moderna e come  non ci sia
nessun problema nel recuperare il prodotto, ho subito contattato la Asl,
la situazione è stata purtroppo confermata dal direttore generale.
Sperando di fare ulteriore chiarezza ho presentato una interrogazione
‘con carattere d’urgenza’ al ministro Speranza. Credo sia necessario
fare di tutto per evitare che ci siano avanzi: bisogna utilizzare anche
l’undicesima dose, come Aifa ha concesso di fare. Nell’interrogazione
chiedo se il ministro sia a conoscenza della situazione e se ritenga
opportuno allertare tutti i soggetti dediti all’effettivo controllo
della corretta somministrazione dei vaccini, affinché da ogni flaconcino
si ricavi il numero di dosi più elevato possibile. In questo momento
dobbiamo fare di tutto per superare questa fase, i ritardi nelle
forniture dei vaccini e il relativo basso numero di persone vaccinate
rispetto ad altri Paesi dell’Unione Europea (UE) ed extra UE comportano
la necessità di accelerare per arrivare quanto prima alle annunciate
500.000 dosi giornaliere per il nostro Paese e conseguire quindi il
prima possibile l’immunità di gregge e il ritorno ad una vita normale».
Conclude la senatrice Gisella Naturale.

Nota
TESTO INTEGRALE DELL’INTERROGAZIONE
http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=18&id=1214951