REPORT AGGIORNATO AL 17 DICEMBRE 2021 DEI PAZIENTI COVID-19 RICOVERATI PRESSO IL POLICLINICO RIUNITI DI FOGGIA: TRENTASEI DI CUI IL 64 % NON SONO VACCINATI, UN ANNO FA ERANO PRESENTI 172 RICOVERATI

REPARTI COVIDTOTALE
MALATTIE INFETTIVE20
PNEUMOLOGIA7
RIANIMAZIONE6
MALATTIE INFETTIVE AD INDIRIZZO CHIRURGICO0
MALATTIE INFETTIVE AD INDIRIZZO OSTETRICO – GINECOLOGICO2
MALATTIE INFETTIVE AD INDIRIZZO NEFRO-UROLOGICO0
MALATTIE INFETTIVE AD INDIRIZZO GASTROENTEROLOGICO0
MALATTIE INFETTIVE AD INDIRIZZO PSICHIATRICO
1

TOTALE RICOVERATI

36
ETÀ MEDIA
66 anni

% M/F TOTALE

M 56% F 44%
MEDICINA D’URGENZA – OBI COVID1

Di seguito il dettaglio dei pazienti ricoverati suddivisi per vaccinati e per non vaccinati

REPARTI COVIDVACCINATI DOPPIA DOSEVACCINATI PRIMA DOSENON VACCINATITOTALE
MALATTIE INFETTIVE611320
PNEUMOLOGIA2057
RIANIMAZIONE3*036
MALATTIE INFETTIVE AD INDIRIZZO OSTETRICO – GINECOLOGICO0022
MALATTIE INFETTIVE AD INDIRIZZO PSICHIATRICO0101
TOTALE RICOVERATI AL 17 DICEMBRE 20211122336
TOTALE RICOVERATI AL 17 DICEMBRE 2020


172

*Paziente ricoverato per comorbilità pregresse.

Relativamente al Report di oggi sulla situazione dei pazienti Covid-19 ricoverati presso il Policlinico Riuniti di Foggia si specifica che alla data del 17 dicembre 2021 presso il Policlinico Riuniti di Foggia risultano ricoverati 36 pazienti Covid. Questo dato in valore assoluto è in diminuzione da quando la campagna vaccinale ha raggiunto una larga fetta della popolazione, se si considera che esattamente un anno fa, il 17 dicembre 2020, i pazienti Covid ricoverati risultavano essere 172, nonostante le misure restrittive allora vigenti e, a maggior ragione, se si valuta che in quei momenti della pandemia i casi Covid venivano ricoverati anche presso gli ospedali della Asl/Fg e presso l’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo. Da settembre tutti i casi Covid della provincia di Foggia sono esclusivamente ricoverati presso il Policlinico Riuniti di Foggia, rendendo, quindi, evidente il dato della riduzione dei ricoveri.

Inoltre, c’è da considerare che ad oggi:

– dei 6 pazienti ricoverati in Rianimazione, 3 non sono vaccinati e 3 risultano vaccinati con doppia dose con necessità di ricovero in reparto intensivo per comorbilità pregresse. Pertanto, considerando i motivi di ricovero di questi ultimi, non ascrivibili a sintomatologia da Covid, si evince che il 100% dei ricoverati in Terapia Intensiva con sintomi riferibili al Covid risulta non vaccinato;

– gli 8 pazienti vaccinati ricoverati presso reparti a bassa-media intensità di cura (Malattie Infettive e Pneumologia) vanno rapportati all’88% della popolazione regionale over 12 che ha completato il ciclo vaccinale e, dunque, i restanti 22 pazienti ricoverati (non vaccinati e I dose) vanno considerati in relazione al 12% della popolazione che non ha completato il ciclo vaccinale e quindi non immunizzata.