ANNO 2020 BOOM DI NASCITE AL PRESIDIO OSPEDALIERO GIUSEPPE TATARELLA di CERIGNOLA: 789 PARTI

CERIGNOLA – Nel 2020 l’Ospedale “G.Tatarella” di Cerignola, nonostante le difficoltà organizzative causate dalla pandemia da SARSCoV-2, ha “arricchito” la popolazione locale di ben 51 neonati in più rispetto all’anno precedente, per un totale di 789 parti. Un trend positivo,visto il calo di nascite in tutta l’Italia. Tante le mamme di Cerignola e dei paesi limitrofi: Canosa di Puglia, Lavello, Bisceglie che hanno scelto di partorire al Tatarella, dove l’intesa e il lavoro di squadra dall’equipe di Ginecologia e Ostetricia, diretta dal dr. Alessandro D’Afiero e dell’area pediatrica, diretta dal dr. Angelo Acquafredda, supportati da uno staff di eccezionali operatori sanitari, ha reso possibile un percorso nascita a misura di donna e mamma. Entrambe le Unità Operative sono state designate a Centro HUB nella Regione Puglia per curare il Covid-19, riservando stanze di degenza ed assistenza personalizzata alle mamme e agli eventuali neonati positivi. Tanti i progetti di punta del dr. Pietro Cialdella, Referente della struttura semplice di Neonatologia e del gruppo di infermieri e puericultrice che lo supportano, coordinati dal dott. Ciro A. Tampone:

➢ il modello organizzativo del rooming in;

➢ l’allattamento al seno;

➢ il percorso nascita;

➢ la “coppia protagonista del capolavoro chiamato figlio”.

Tutti progetti che richiedono una formazione adeguata e continua del personale sanitario e che hanno visti premiati i tanti sforzi e impegni, con l’incremento delle nascite. L’U.O.C. di Pediatria vanta un altro primato nell’anno 2020: sono state effettuate oltre  220 Prestazioni Complesse Assistenziali (PCA) screening, diagnosi e cura sui bambini affetti da diabete, pubertà precoce, bassa statura problemi di tiroide, ecc. Nell’area della Fibrosi Cistica (malattia multiorgano, cronica e degenerativa) la Referente, dott.ssa Pamela Vitullo coadiuvata da una esperta equipé di infermieri e fisioterapisti, coordinati dal coordinatore infermieristico dott. Ciro Tampone e da altri sanitari: dietista, psicologi, hanno contribuito ad un incremento della percentuale di occupazione dei posti letto di oltre 80%, oltre all’attività ambulatoriale: n. 100 Day Hospital e n. 300 visite ambulatoriali; il tutto in un anno in cui il Covid-19, ha creato non poche difficoltà. Il ringraziamento va alle mamme che hanno scelto di partorire all’Ospedale “G. Tatarella, al personale tutto dell’U.O.C. della Pediatria/Neonatologia/Fibrosi Cistica, ai nostri Dirigenti dell’ASL Foggia che ci consentono di lavorare al meglio per i nostri assistiti. Il nostro impegno per il futuro sarà quello di: cercare di arrivare ad oltre 1000 parti annuali; continuare a dare speranza ai pazienti cronici; cercare di curare più bambini possibile