Giandiego Gatta: sbloccare subito 800 mln del Psr non spesi

“Dall`olivicoltura alla zootecnia e all`agroalimentare: abbiamo bisogno di iniettare nel sistema, subito, gli 800 milioni di euro del Piano di Sviluppo Rurale non ancora spesi”. Lo sostiene il vicepresidente del Consiglio regionale della Puglia, Giandiego Gatta (Forza Italia). “Abbiamo l`urgenza – prosegue – di sostenere il settore senza perdere tempo e, soprattutto, velocizzando tutte le procedure con una massiccia semplificazione burocratica. I prezzi di molti prodotti agroalimentari tendono a salire per mancanza di manodopera e ci sono segmenti che patiscono perdite ingentissime con il blocco delle attività per il coronavirus”. “La produzione di olio – sottolinea – gli agriturismi, il florovivaismo, il lattiero-caseario e tante altre fasce produttive che non riescono più ad andare avanti. Così come la pesca, gravemente in crisi, che aspetta stanziamenti straordinari per colmare le perdite. E parliamo di attività identitarie per la nostra Regione, su cui si basa gran parte della nostra economia”. “Mi appello al presidente Emiliano – conclude – perché gli interventi economici annunciati dal governo Conte sono ancora proiettati in un orizzonte temporale nient`affatto chiaro”