Giandiego Gatta: la regione deve erogare bonus ai meno abbienti per l’acquisto dei pc necessari alla didattica a distanza

Nota del Vice Presidente del Consiglio della Regione Puglia, l’avv. Giandiego Gatta di Forza Italia.

“Il Coronavirus, come si sa, ha determinato la sospensione delle lezioni scolastiche ed universitarie in aula ed il prosieguo delle attività con la didattica a distanza. Questo sta provocando non pochi problemi a tantissimi studenti e alle loro famiglie, a tutti coloro che non hanno nemmeno un pc a casa o un tablet. Inoltre, la crisi economica che stiamo vivendo non consente a tante, troppe, famiglie, di accollarsi il costo dell’acquisto di un computer. E’ altrettanto vero, però, che questa condizione di fatto impedisce il pieno esercizio, da parte dei nostri giovani, di un diritto fondamentale per la democrazia e lo sviluppo della persona umana, come il diritto allo studio, e sta anche creando delle situazioni di disagio e disuguaglianza dei giovani, tra chi può permettersi l’utilizzo degli strumenti tecnologici e chi no. L’allarme è stato lanciato anche dai Rettori pugliesi, dagli enti di diritto allo studio e dalle associazioni studentesche: il rischio è quello di registrare una serie di dolorosi ed ingiusti abbandoni degli studi. Per venire incontro a questa esigenza, che a quanto pare durerà minimo fino al prossimo settembre, ritengo che la Regione debba farsi carico del problema e contribuire all’acquisto dei computer. Non è un problema di pochi: basti pensare che al Sud la percentuale delle famiglie che non possiedono nemmeno un pc in casa supera il 41%. Ho depositato, pertanto, un’interrogazione diretta al presidente Emiliano e all’assessore Leo, perché intervengano con un bonus (all’incirca da trecento a quattrocento euro), stanziando fondi straordinari, per l’acquisto di pc da assegnare alle famiglie più in difficoltà, al fine di garantire ai giovani di seguire le lezioni scolastiche ed universitarie a distanza. Mi auguro che la Giunta regionale dimostri la giusta sensibilità politica”.

DauniaCom.it Notizie 29/04/2020 ore 15.30