Carla Costantino (CISL): contro il caporalato è indispensabile creare alleanze per aiutare Procura e forze dell’ordine

“Il contrasto al caporalato chiede uno sforzo congiunto, per questo credo che siano indispensabili delle vere alleanze operative tra istituzioni, forze datoriali e sindacati, in grado di aiutare la Procura di Foggia e le forze dell’ordine nella loro azione”.
E’ il commento rilasciato da Carla Costantino, Segretario Generale della Cisl di Foggia, dopo il vertice sul caporalato svoltosi in Prefettura a Foggia con il Vice Ministro dell’Interno Matteo Mauri, esteso a Cgil e Uil e alle associazioni datoriali. Con lei ha preso parte al vertice il Segretario Organizzativo della Cisl foggiana Leonardo Piacquaddio.
“Valuto positivamente l’attenzione mostrata alle idee dei sindacati e credo che la collaborazione e la concertazione possano davvero rappresentare una risorsa fondamentale. Vedo che l’iter di riconversione del CARA di Borgo Mezzanone per ospitare gli stranieri regolari dell’ex pista aerea prosegue e che la nostra proposta è condivisa dallo stesso Vice Ministro e dal Prefetto Grassi, che la considerano una soluzione giusta e fattibile – prosegue Carla Costantino – Credo che queste ferite sanguinarie del caporalato e dello sfruttamento lavorativo, che in Capitanata non fanno solo vittime straniere, non debbano più condizionare in negativo la grande risorsa agricola del nostro territorio e che sia nostro compito e nostro dovere creare sinergie operative con le azienda sane e regolari per non lasciare sole le vittime del fenomeno”.