Bollettino epidemiologico del 6 aprile 2020 con commento tecnico del microbiologo

Come ogni sera pubblichiamo il bollettino epidemiologico con riferimento al 6 aprile 2020 su scala Italia e Puglia con il commento tecnico del microbiologo dott. Francesco Antonucci, Dirigente Biologo presso il Policlinico Riuniti di Foggia.

SITUAZIONE COVID-19 AL 6/04/2020 – Presso la sede del Dipartimento della Protezione Civile proseguono i lavori del Comitato Operativo al fine di assicurare il coordinamento degli interventi delle componenti e delle strutture operative del Servizio Nazionale della protezione civile.  Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul territorio nazionale, al momento 93.187 persone risultano positive al virus. Ad oggi, in Italia sono stati 132.547 i casi totali.

Nel dettaglio: i casi attualmente positivi sono 28.469 in Lombardia, 13.051 in Emilia-Romagna, 10.545 in Piemonte, 9.722 in Veneto, 5.301 in Toscana, 3.706 nelle Marche, 3.300 nel Lazio, 3.117 in Liguria, 2.698 in Campania, 2.115 in Puglia, 1.815 in Sicilia, 1.838 nella Provincia autonoma di Trento, 1.396 in Friuli Venezia Giulia, 1.425 in Abruzzo, 1.260 nella Provincia autonoma di Bolzano, 872 in Umbria, 819 in Sardegna, 722 in Calabria, 567 in Valle d’Aosta, 262 in Basilicata e 187 in Molise. Sono 22.837 le persone guarite. I deceduti sono 16.523, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

SITUAZIONE COVID-19 AL 06/04/2020 : Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi lunedì 6 aprile, in Puglia, sono stati registrati 1.979 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 127 casi, così suddivisi: 17 nella Provincia di Bari; 39 nella Provincia Bat; 11 nella Provincia di Brindisi; 41 nella Provincia di Foggia; 10 nella Provincia di Lecce; 8 nella Provincia di Taranto; 1 fuori regione. Sono stati registrati oggi 13 decessi: 6 in provincia di Bari, 4 in provincia di Foggia, 2 nella provincia Bat, 1 in provincia di Taranto. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 22.059 test. Sono 134 i pazienti guariti.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 2.444 così divisi: 807 nella Provincia di Bari; 177 nella Provincia di Bat; 257 nella Provincia di Brindisi; 605 nella Provincia di Foggia; 378 nella Provincia di Lecce; 190 nella Provincia di Taranto; 25 attribuiti a residenti fuori regione; 5 per i quali è in corso l’attribuzione della relativa provincia. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Coronavirus Il punto del microbiologo

Dott. Francesco Antonucci
Dirigente Biologo presso il Policlinico Riuniti di Foggia

con esperienza in Virologia, ed Ex-Capo Dipartimento di Microbiologia e Virologia presso la Acculabs Diagnostics Ltd a Durham (UK)

Cari lettori, vi invio le analisi statistiche aggiornate con i dati di oggi presi dall’OMS, CDC ed eCDC a livello Nazionale e Regionale.
Ci terrei a precisare che, queste analisi sono state fatte considerando il numero dei casi infetti diagnosticati nell’arco delle 24h. Questi dati non considerano il bias dovuto alla presenza di casi positivi non sottoposti a screening con tampone e, pertanto, non diagnosticati; per tale motivo, questi dati NON rappresentano il numero effettivo di casi infetti, ma ci consentono di definire l’andamento del tasso di replicazione virale e, quindi, della fitness virale. In breve, un paio di conclusioni riguardanti le analisi:

  1. Aumento del 2.04% di nuovi casi nella Provincia di Foggia nelle ultime 24h;
  2. Regressione dello 0.67% a livello nazionale;
  3. Notevole aumento di casi nelle ultime 24h a Torremaggiore. Dichiarata Zona Rossa (più di 50 casi registrati al momento).

Nonostante la ripetuta avvertenza di restare in casa, mi trovo costretto a ribadirla e a sottolineare l’importanza di tale comportamento verso se stessi e verso gli altri.
RESTIAMO A CASA!!!