Al via dal 1 aprile 2020 la consegna a domicilio dei farmaci e dei dispositivi salvavita in tutta la Provincia di Foggia

Nasce in provincia di Foggia la rete per la consegna a domicilio di farmaci e dispositivi salvavita.Grazie alla collaborazione tra ASL Foggia e i referenti di Istituzioni locali, Protezione Civile e Associazioni di volontariato presenti sul territorio provinciale, dal 1 aprile 2020 partirà il servizio di consegna domiciliare di farmaci e dispositivi salvavita nei comuni di Accadia, Alberona, Anzano di Puglia, Apricena, Ascoli Satriano, Biccari, Bovino, CagnanoVarano, Candela, Carapelle, Carlantino, Carpino, Casalnuovo Monterotaro, Casalvecchio di Puglia, Castelluccio dei Sauri, Castelluccio Valmaggiore, Castelnuovo della Daunia, Celenza Valfortore, Celle di San Vito, Cerignola, Chieuti, Deliceto, Faeto, Foggia, Ischitella,
Isole Tremiti, Lesina, Lucera, Manfredonia, Mattinata, Monte Sant’Angelo, Monteleone di Puglia, Motta Montecorvino, Ordona, Orsara di Puglia, Orta Nova, Panni, Peschici, Poggio Imperiale, Rignano Garganico, Rocchetta Sant’Antonio, Rodi Garganico, Roseto Valfortore, San Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis, San Marco la Catola, San Nicandro Garganico, San Paolo di Civitate, San Severo, Sant’Agata di Puglia, Serracapriola, Stornara, Stornarella, Torremaggiore, Troia, Vico del Gargano, Vieste, Volturara Appula, Volturino, Zapponeta.

Tutti i cittadini che ne avessero necessità e tutti i cittadini che rientrano nelle fasce deboli possono rivolgersi a Torremaggiore al numero 327-9997708 gestito dal COC sito presso il Comando della Polizia Locale


La consegna a domicilio sostituirà le ordinarie attività di distribuzione diretta presso le farmacie territoriali la cui procedura di ritiro provoca generalmente affollamento delle strutture aziendali e un maggiore contatto ravvicinato tra l’utenza. Il servizio, partito la scorsa settimana in via sperimentale nel comune di Foggia, ha subito registrato i primi risultati incoraggianti.In tutta la provincia di Foggia sono circa 10.000 le persone fragili, che ritirano mensilmente, presso le farmacie territoriali della ASL:
• farmaci;
• dispositivi medici (stomie, cateteri, medicazioni);
• prodotti nutrizionali (nutrizione enterale, nutrizione parenterale e prodotti per l’insufficienza renale cronica).
Si tratta di persone affette da patologie gravi ed invalidanti (neoplasie, malattie autoimmuni, malattie rare, trapiantati), particolarmente a rischio di contrarre infezioni. “Ai sindaci, alla Protezione Civile e alle Associazioni di volontariato – dichiara il Direttore Generale della ASL Foggia Vito Piazzolla – va il mio ringraziamento personale per la collaborazione che permetterà a tutte queste persone di ricevere a domicilio ciò che è
previsto dai Piani Terapeutici Individuali, restando a casa”. Per ottimizzare le attività e ridurre al minimo gli spostamenti dai singoli comuni verso le
farmacie territoriali, i volontari/operatori preposti raccoglieranno le richieste che giungeranno ai numeri telefonici messi a disposizione per ogni comune e, programmate le consegne con le competenti farmacie territoriali della ASL in modo da programmare insieme la consegna. Sono in via di definizione, inoltre, degli accordi con le aziende produttrici di dispositivi di
assistenza integrativa per pazienti stomizzati che permetteranno di avviare a breve, in tutta la provincia di Foggia, un servizio sperimentale di consegna, effettuato direttamente a domicilio dalle stesse aziende. Si trasmette in allegato la scheda contenente i numeri di telefono messi a
disposizione per ogni singolo comune.