UN “LABORATORIO” POLITICO-PROGRAMMATICO PER LA CITTÀ DI SAN SEVERO

Tutte le forze politiche che sottoscrivono e sottoscriveranno questo documento politico-programmatico hanno discusso lungamente e in maniera seria e costruttiva sulla situazione politico-amministrativa in cui versa la città di San Severo, al fine di preparare una valida alternativa all’amministrazione Miglio i cui risultati disastrosi sono sotto gli occhi di tutti. Necessità, questa, che nasce per rispondere, attraverso programmi ed iniziative nuove, all’assoluto vuoto programmatico per la città e per avviare un percorso sereno di dialogo e confronto, estromettendo fattori di disgregazione e personalismi che frenano i processi di pianificazione del nostro territorio.
Si è giunti, così, a dar vita ad un LABORATORIO che punta a veder coinvolte tutte quelle forze partitiche e civiche che si riconoscono nell’area moderata e di destra, tutti quei movimenti civici ed associativi vicini alle politiche d’area e che condividono un forte senso di responsabilità. Tutte forze che si proporranno alternative alla sinistra e a questa disastrosa amministrazione e che credono che per ridare fiducia ad una città ormai preda del malgoverno cittadino ci sia bisogno di invogliare ogni singolo “cittadino” ed ogni singola “cittadina” a rendersi protagonista e attivista per una rinascita sanseverese. L’intento comune è quindi quello di trovare le giuste sinergie tra parte politica e parte civica, sicuri che il civismo “autentico”, non quello “finto” visto fino ad oggi, possa portare all’interno della politica quell’insieme di valori e suggerimenti utili ed indispensabili provenienti da tutte le forze sane della società.

Di non secondaria importanza la volontà di riavvicinare il cittadino alla vita politica che gli appartiene e che regolamenta ogni istante della sua vita sociale, sia per le scelte amministrative che lo riguardano più da vicino, sia per quelle politiche di carattere nazionale.
Il LABORATORIO dovrà essere quello strumento che porterà a discutere a più livelli e su più fronti, sul come o cosa vogliamo cambiare insieme in questa società preda di troppe divisioni spesso inutili e deleterie. Uno strumento, quindi, che resta aperto a quanti ne vorranno far parte e che rappresenta l’ossatura della coalizione che sarà alternativa a questa amministrazione, alla sinistra e al civismo “finto”.

Il LABORATORIO nominerà, nell’immediato, una Commissione che sarà resa pubblica e che avrà i seguenti obiettivi primari e irrinunciabili:
1 elaborazione di un Programma semplice e soprattutto attuabile basato esclusivamente sull’analisi delle criticità e dei bisogni della nostra città. Si procederà attraverso l’istituzione di sotto-commissioni di lavoro che lavoreranno sulla base di una vision di San Severo diversa. Una San Severo al passo con i tempi, moderna, capace di muoversi ed interagire con i livelli nazionali ed europei per ottenere risultati concreti e, soprattutto, investimenti. Una San Severo che saprà guardare al futuro e si muoverà sentendosi parte di un macrosistema, e non una isolata cittadina autogestita estranea alla vicende socio-politiche nazionali e sovranazionali;
2 elaborazione di un Regolamento Interno che vada a vincolare seriamente tutte le forze aderenti. La sottoscrizione e il rispetto del Regolamento, che sarà reso pubblico, garantiranno la coesione e la serietà di intenti. Esso dovrà prevedere il funzionamento della coalizione che si creerà, la sua composizione, le modalità per addivenire a scelte condivise da tutti, fino alle modalità di formazione di future liste. Sarà inoltre regolamentata la modalità di scelta delle candidature di rilievo. Pertanto, laddove siano risultati infruttuosi tutti i tentativi di trovare un accordo all’interno della coalizione il Regolamento prevederà, come extrema ratio, lo strumento delle Primarie di Coalizione, preventivamente disciplinate e regolamentate.
3 Elaborazione di un Codice Etico “civico-politico” finalizzato: ad accogliere nella coalizione chi ha competenze professionali, conoscenza del territorio, visione dei bisogni e, soprattutto, principi etici; a coltivare uno spirito laico; a puntare l’attenzione sulle responsabilità etiche e morali verso la città connesse alle cariche elettive (consigliere, assessore sindaco) e sul senso di responsabilità che è dovuto agli elettori; a proporre scuole di formazione sull’arte del governo; a porre alla base il confronto delle idee e non lo scontro tra persone; ad evitare possibili vie di fuga per infiltrazioni mafiose e criminali; a sviluppare il senso del dovere.

Così facendo il formare una nuova classe politica dirigente concreta e capace diventa un sogno realizzabile. L’obiettivo si raggiunge nel momento in cui tutti coloro che hanno incarichi di responsabilità, nei partiti e nelle istituzioni, come i firmatari del presente documento, prendono coscienza, così come si è presa, della necessità di discutere su ciò che unisce e non su ciò che divide lavorando, lealmente, fianco a fianco per preparare un futuro diverso a quanti ci seguiranno. Per questo motivo il LABORATORIO resta e resterà aperto ai singoli e a tutte le forze politiche e civiche che credono nel percorso cosi come disegnato. Un percorso in cui tutti i soggetti coinvolti devono raggiungere la consapevolezza che nei paesi democratici “non si è al potere, ma al governo”.
Con la speranza che questa iniziativa sia da esempio per tutte le realtà della provincia, nei prossimi giorni sarà convocata una conferenza stampa per presentare alla città e al territorio motivazioni, obiettivi ed attività che partiranno dal mese di settembre. A cominciare dalla costituzione del Comitato per il NO al referendum costituzionale.
VOGLIAMO RICOSTRUIRE UNA SAN SEVERO VIVIBILE. E VOGLIAMO FARLO INSIEME AI CITTADINI!

Firmato:
UDC – Mario Marchese (Vice Segretario Cittadino)
Conservatori e Riformisti – Angelo Sderlenga (Comp. Direzione Cittadina)
FI – Rosalia Di Monte (Coordinatrice Cittadina)
Noi Con Salvini – Roberto Fanelli (Coordinatore Cittadino)