Ripartire da Pinuccio Tatarella per ricostruire il centrodestra. Se ne parla a Foggia il 12 febbraio 2015

Ripartire da Pinuccio Tatarella per ricostruire il centrodestra. Se ne parla a Foggia il 12 febbraio 2015.

ripartire-tatrella

Domani, giovedì 12 febbraio, si terrà a Foggia alle ore 18.00 presso Palazzo Dogana un interessante convegno su Pinuccio Tatarella, Padre di Alleanza Nazionale e ideatore di”oltre il Polo”, la corrente di pensiero che intendeva allargare l’area del centrodestra a tutte le anime non di sinistra della cultura politica italiana.
“Pinuccio Tatarella – afferma il Sindaco di Foggia Franco Landella – appartiene al pantheon del centrodestra, che ancora oggi piange la sua prematura scomparsa. Pinuccio seppe essere dalla Puglia il costruttore di un centrodestra inteso come comune area politica e valoriale sul piano nazionale, superando steccati e diffidenze e delineando un comune perimetro che desse una casa alla “maggioranza silenziosa” degli italiani. Proprio nell’attuale difficile momento vissuto dal centrodestra – conclude Landella – occorre recuperare la sua lezione e la sua lucidità politica, ripartendo dai valori condivisi e dalle prospettive future, dall’attenzione per l’elaborazione culturale e dalla capacità di individuare, sempre attraverso il dialogo, punti di sintesi nell’interesse generale”.

“Sedici anni fa al suo funerale a Bari c’era tanta gente. Ma proprio tanta – afferma Francesco Schittulli candidato Presidente del centrodestra alla Regione Puglia. C’era chi lo conosceva come “Pinu’”, ma anche chi aveva avuto con lui rapporti istituzionali in qualità di vice presidente del Consiglio nel primo Governo Berlusconi. Ma, ricordo, che fui particolarmente impressionato dalla presenza di due politici nazionali profondamente distinti e distanti fra loro: Massimo D’Alema e Roberto Maroni. Entrambi erano sinceramente addolorati per la scomparsa di Pinuccio Tatarella. Lì ho capito – continua l’oncologo – che l’appellativo di Ministro dell’Armonia aveva tutto il suo senso se associato al nome di colui che era stato capace di sdoganare una destra, essere rispettato e persino diventare amico di un “comunista” come D’Alema e di un “leghista” come Maroni. Ricordarlo oggi – conclude Schittulli – e nel suo nome ricostruire il centrodestra vuol dire non solo aprire la coalizione a tutti coloro che condividono gli stessi valori, ma instaurare in Politica rapporti umani e istituzionali all’impronta del buon senso, della sobrietà, dell’Armonia.
Hanno annunciato la loro presenza il Sindaco di Foggia e dirigente di Forza Italia Franco Landella, l’on Paolo Agostinacchio, già Sindaco di Foggia e Segretario regionale de La Destra, l’on. Gianfranco Fini, Presidente della Fondazione LiberaDestra, l’on. Ignazio La Russa, Presidente di Fratelli d’Italia, il Sen. Gaetano Quagliariello, Coordinatore nazionale di Nuovo Centrodestra, il dott. Flavio Tosi, Sindaco di Verona e membro della Segreteria Politica Federale della Lega Nord, il dott. Corrado Passera, Presidente di Italia Unica e il dott. Francesco Schittulli, leader del Movimento Schittulli.