Tatarella (FLI): sul caso Provincia Santaniello certifica vuoto pneumatico del PdL

 

Forza Sud, Udeur, Puglia prima di Tutto Il centrodestra non ha mai avuto tanti partiti come ora che c’è il partito unico.  In tanti vogliono un centrodestra vero.

 

logo-fli-2011.jpg

Enrico Santaniello, presidente del Consiglio Provinciale, annuncia le dimissioni sue e di parte dell’Ufficio di presidenza (tanto per cambiare, all’ultimo momento il vicepresidente Pdl si è tirato indietro). All’origine della brusca rottura un conflitto istituzionale e non politico, legato al dovere avvertito dal presidente di tutelare un Consiglio che sarebbe ignorato o mortificato dall’azione o dall’inazione della Giunta. Non stentiamo a crederlo: da molto tempo l’assise di Palazzo Dogana sollecitava il presidente Pepe ad un maggiore coinvolgimento dell’assemblea nell’azione amministrativa e ad un pacchetto di provvedimenti che conferisse all’attività del Consiglio maggiore funzionalità e visibilità. Non c’è dubbio però che la querelle istituzionale si svolge nel vuoto pneumatico causato dalla latitanza del Pdl, che ha subito le mutevoli vicende della coalizione e i diversi assetti amministrativi in totale silenzio. Una situazione che scontenta tutti e che rischia di causare una diaspora senza ritorno: lo stesso Santaniello sarebbe tentato da “Forza Sud” e Micciché, mentre altri alzano le vele verso Udeur, Puglia prima di Tutto e via dicendo. Il centrodestra non ha mai avuto tanti partiti come ora che c’è il partito unico. Il bello è che, con buona pace di Berlusconi, non si tratta di transfughi, ma solo di persone che vogliono un centrodestra vero.

Fabrizio Tatarella

Coordinatore Provinciale

Futuro e Libertà per l’Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*