Fabrizio Tatarella (FLI): “IL MERAVIGLIOSO MONDO DI VENDOLA E’ ALLA FINE”

Checché ne dica la Bibbia, le colpe dei padri non ricadono sui figli, e men che meno quelle dei fratelli sulle sorelle. Tuttavia si rimane un po’ sconcertati nel leggere delle reazioni gelide di Anna Nuzziello, consigliere regionale della lista “Puglia per Vendola” all’inchiesta che ha portato all’arresto di suo fratello Vincenzo, imprenditore nel campo delle apparecchiature medicali, che avrebbe, secondo l’accusa, costruito in solido con due funzionari Asl un collaudato sistema per creare necessità fittizie di attrezzature e vincere gli appalti relativi.

 

 

 

Non solo perché lo studio da commercialista della Nuzziello risulta essere la sede legale dell’azienda incriminata, ma anche perché gli ovvi rapporti personali, normali tra fratelli, non sono mai stati limitati alla sfera privata, ed anzi sono sempre stati estesi al variegato percorso politico della consigliera, partita da Forza Italia e poi approdata prima ai socialisti e poi a Sinistra, Ecologia e Libertà. Stupisce e un po’ delude questa presa di distanza, così come amareggia il silenzio di Vendola, che ha partecipato a più di una riunione elettorale con Anna, benché fosse noto che il fratello di lei era già stato arrestato nell’ambito di una similare inchiesta in Molise. Forse Nichi ed Anna dovrebbero seguire qualche puntata del famoso serial americano “Brothers and sisters”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*