Damone interviene sul raddoppio della SS16 tra S.Severo e Foggia

 Segue comunicato ufficiale del consigliere regionale di opposizione, il sanseverese dott. Francesco Damone capogruppo consiliare de La Puglia prima di tutto

Faccio seguito alle numerose iniziative che hanno coinvolto tutte le istituzioni locali per risolvere l’annoso problema del raddoppio della Strada Statale 16 tra San Severo e Foggia, onde migliorare la qualità della vita di una enorme fetta di popolazione e mettere in sicurezza i migliaia di cittadini che utilizzano quella pericolosa infrastruttura stradale.
Devo dare atto e ringraziare pubblicamente tutti i soggetti in indirizzo, per l’abnegazione con la quale hanno accolto il grido di dolore e di speranza che si è levato e si leva quotidianamente da parte dei nostri conterranei, che hanno messo da parte le faziosità politiche per risolvere un problema che non è né di destra né di sinistra.

Senza alcuna polemica, però, devo evidenziare che nonostante la buona volontà delle istituzioni territoriali regionali, provinciali e comunali, a causa di una conclamata (ma mai seriamente affrontata) lungaggine burocratica per l’approvazione e per i finanziamenti delle opere pubbliche, la questione non sarà oggetto di pronta definizione: ritengo, quindi, indispensabile affrontare la questione transitoria, provando a dare risposte immediate e di buon senso, anche grazie ad uno studio complessivo della logistica presente sul nostro territorio.
Basta osservare le cartografie, infatti, per rendersi conto che il tratto in esame è affiancato da altre due infrastrutture (l’Autostrada A14 e la ferrovia), che sono certamente sotto utilizzate che potrebbero contribuire ad una migliore organizzazione del trasporto di beni e persone.
Guardando anche la positiva esperienza della navetta Foggia-Lucera, che funziona quasi come una metropolitana leggera e che ha ottenuto un immediato consenso e volumi di traffico di tutto rispetto, ritengo che possa essere utilizzata la tratta ferroviaria Foggia-San Severo con la medesima funzione e lo stesso servizio.
Immagino che dei treni navetta che collegassero ogni venti o trenta minuti i due centri, infatti, sarebbero un formidabile contributo ad una mobilità più ecologica, economica e sicura, consentendo specie agli studenti ed ai soggetti sprovvisti di patente di poter fruire comodamente dei servizi del capoluogo di provincia e viceversa.
Per ciò che concerne l’Autostrada A14, invece, dovrebbero prevedersi – a mio avviso – due possibili interventi: il primo tendente a liberare la SS16 dai mezzi pesanti, obbligandoli all’utilizzo (da Foggia a San Severo, ma sarebbe meglio da Cerignola a Termoli) dell’Autostrada medesima; il secondo mediante un voucher per i residenti delle due città (San Severo e Foggia) che consenta ai cittadini di viaggiare gratuitamente sull’autostrada limitatamente al tratto in questione.
Con tali iniziative ritengo che la pressione di traffico sull’arteria stradale ordinaria sarebbe notevolmente ridotta e consentirebbe un migliore e più sicuro utilizzo della stessa.
Certo che la Regione vorrà chiamare a raccolta tutti i soggetti coinvolti da queste proposte per una immediata valutazione delle medesime, resto in attesa dei Vs. consigli e delle Vs. osservazioni, allo scopo di poter fare qualcosa di utile per il nostro territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*