Comunicati IDV Torremaggiore sulla trasparenza comunale e sul tavolo verde

Pubblichiamo i comunicati stampa dell’ IDV Torremaggiore, il primo dedicato alla trasparenza e all’informazione del Comune di Torremaggiore ed il secondo riguarda una interrogazione sull’istituzione del tavolo verde dell’agricoltura.

null

Il sottoscritto Nicola NIRCHIO, capogruppo dell’IDV in codesto Consiglio Comunale, La interroga per sapere come mai non è stata trasmessa in diretta internet la seduta del Consiglio Comunale del 29 luglio 2010, nè è stata pubblicata sul sito del Comune la sua video registrazione come è successo per le precedenti, nè, come per la seduta del 28 giugno 2010 (nella quale ci sono stati problemi dovuti alla connessione internet) è stato comunque reso disponibile il video in versione “on demand”.
Interroga, altresì, il sindaco per sapere se intende aprire e liberalizzare nel più breve tempo possibile il sito internet del Comune ai comunicati stampa diffusi da partiti, associazioni, movimenti e comitati. Nella passata legislatura l’ex sindaco ha monopolizzato il sito web a “voce unica” senza dare a nessuno (nemmeno ai suoi alleati) il diritto di pubblicazione e di replica, e noi dell’Italia dei Valori crediamo che il nuovo sindaco debba garantire il ripristino della corretta divulgazione dell’informazione attraverso il sito internet del Comune, che non è un sito internet personale, per far diventare ancora più trasparente il Palazzo di Città.

Segue anche il comunicato dell’interrogazione del Consigliere Nirchio (IDV Torremaggiore) sull’istituzione del tavolo verde dell’agricoltura.

null

Il sottoscritto Nicola NIRCHIO, capogruppo dell’IDV in codesto Consiglio Comunale, La interroga per sapere come mai non è ancora stato istituito il tavolo verde per l’agricoltura promesso in campagna elettorale con data di inizio 1 giugno 2010.
Interroga, altresì, il sindaco per sapere con che modalità vuole istituire questo tavolo e quando intende istituirlo coinvolgendo tutte le parti interessate.
E’ necessario dare subito delle scadenze perché il mondo agricolo sta aspettando delle risposte concrete, dopo 4 mesi di impasse amministrativa dobbiamo iniziarle a dare con urgenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*