Comitato Vola Gino Lisa: ora la programmazione dettagliata di avvio lavori dell’ allungamento della pista dello scalo foggiano

Alla luce delle recenti novità provenienti dalla Regione Puglia in relazione alla chiusura positiva della nuova conferenza dei servizi , con rilascio della conformità urbanistica, e del finanziamento di 7,5 milioni di euro, per i prossimi due anni, per il rilancio dello scalo aeroportuale , in ottica sia dell’inserimento della Protezione Civile che della riattivazione dei voli charter e di linea, come Comitato invitiamo tutte le parti in causa , dunque Aeroporti di Puglia S.p.a., Enac, Enav, Procura della Repubblica del Tribunale di Foggia,Comune di Foggia e Regione Puglia, ognuno per competenza, a definire quanto prima il cronoprogramma degli adempimenti in sospeso cui ottemperare:

1.) avvio degli espropri con demolizione di ogni struttura abusiva costruita in violazione delle norme di legge e del Piano di Rischio;
2) adempimento delle prescrizioni VIA (con scadenza prossima) e delle recenti prescrizioni per il rilascio della conformità urbanistica;
3) fissazione inizio lavori di allungamento della pista;
4) inserimento ufficiale della Protezione Civile Regionale con trasferimento della struttura base e del personale in adempimento a quanto disposto dalla Regione;
5) piano industriale per il rilancio dei voli di linea con utilizzazione delle risorse di cui all’art.9 .

Questa programmazione è la condicio sine qua non per il Comitato per applaudire ai recenti sforzi del Governo Emiliano.
Infatti solo con la definizione di questi passaggi si potrà finalmente dire che il Gino Lisa sarà il quarto VERO aeroporto del sistema aeroportuale pugliese che allo stato ne conta di fatto solo tre, in barba alla nota concessione di Enac, oggi opportunamente chiamata in causa come soggetto che dovrà , nell’avvenire , ripristinare un suo presidio nello scalo congiuntamente ad Enav , altro soggetto che si è dato irreperibile con lo smantellamento dello scalo ad opera del precedente Governo Vendola.