Dal 6 dicembre 2019 il Gino Lisa sarà chiuso al traffico aereo, al via i lavori per l’allungamento della pista

Dopo il completamento dei lavori per la realizzazione della bretella stradale di collegamento tra via Castelluccio e Tratturo Camporeale, dalle ore 6 di domani, venerdì 6 dicembre, l’aeroporto “Gino Lisa” di Foggia resterà chiuso a qualunque tipo di traffico aereo, a eccezione del traffico elicotteristico di Alidaunia, per consentire i lavori direttamente sulla pista da allungare fino a duemila metri. “È la notizia che molti foggiani aspettavano da anni e che finalmente si concretizza: comincia il lavoro diretto per allungare la pista di volo in modo che potranno decollare aerei con una maggiore capienza”, sintetizza il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, commentando le disposizioni diramate da Aeroporti di Puglia SpA, dopo il via libera definitivo da parte dell’Ente Nazionale di Aviazione Civile, a cui il presidente indirizza i ringraziamenti “per la costante assistenza e celerità nella definizione dei progetti”.






“Come ho anticipato a Vieste, una settimana fa, in un partecipato incontro con gli operatori turistici, assieme ai velivoli più capienti potranno decollare anche le ambizioni di un territorio più grande della provincia di Foggia, convinto di poter sostenere uno sviluppo migliore con questa importante infrastruttura”, osserva l’assessore regionale al Bilancio e alla Programmazione unitaria, Raffaele Piemontese, che domattina visiterà l’area di cantiere dello scalo foggiano dove è già arrivato un nuovissimo mezzo di ultima generazione, tecnologicamente avanzato, con ridotte emissioni in atmosfera, in grado di scarificare in un unico strato di 20 centimetri la pavimentazione della pista esistente per una superficie di ben 500 metri quadrati all’ora. “È la testimonianza che c’è un investimento non solo di risorse in questa svolta storica per Foggia e per la Puglia – conclude Emiliano – che sta proponendosi come metafora positiva di una sfida di carattere generale a fare di più e meglio”.

Va dato atto per completezza dell’informazione che questo investimento é stato bloccato dalla Giunta regionale targata Vendola (2005-2015) ma con una battaglia unitaria tra Comitato Vola Gino Lisa e Comune di Foggia ( da sempre in prima linea su questa vicenda) é stata vinta la causa in Tribunale con lo studio legale Follieri ( ne avevamo parlato il 9 agosto 2019 qui) che ha ribaltato al TAR la sentenza che prevedeva l’archiviazione dell’allungamento della pista con fondi presenti nel bilancio regionale dal 2011 e mai utilizzati.

Successivamente nei primi mesi del 2019 anche l’allora Ministro delle Infrastrutture Toninelli ha fatto la sua parte sbloccando il SIEG ( leggi qui) .

Dopo di questo importante tassello siamo arrivati all’avvio dei lavori di allungamento della pista. Attenzione a chi vuole prendersi MERITI che non ha !