San Giovanni Rotondo: la rassegna in concerto torna il 3 novembre 2019

La Rassegna Musicale internazionale “IN CONCERTO”, iniziata nel mese di maggio a San Giovanni Rotondo, con ingresso alle ore 20,00 ed inizio alle 20,30, torna Domenica 3 Novembre, con il TRIO BAROCCO, composto da Annalisa PELLEGRINI (Soprano); Rosario CICERO (Chitarra rinascimentale e barocco) e Mario D’AGOSTO (Liuto e Tiorba).
Il TRIO si esibirà alla Sala Bramante, presso Bcc, in Viale Aldo Moro e, dopo il concerto, organizzato anche grazie alla collaborazione DELL’AVIS di San Giovanni Rotondo, seguirà un momento conviviale, con la degustazione di buona pizza, offerta dall’Hotel Royal Coast, abbinata con vino offerto dal Ristorante “Tre Punto Zero”.”Anche quest’anno, alcuni Concerti della Rassegna, saranno accompagnati dalle degustazioni di prodotti di varie aziende del nostro territorio, pubblicizzate attraverso questa grande iniziativa. La Rassegna inoltre, sta donando ai musicisti ed agli interpreti provenienti da diverse parti del mondo, oltre ai talenti locali, l’importante opportunità di farsi conoscere ed apprezzare”, dichiara Luciano POMPILIO, il Direttore Artistico della Stagione Concertistica Internazionale “IN CONCERTO”.

“A’ Balli A’ Canti, Danze e Arie dalle Corti D’Europa.
Un chiaroscuro interpretativo tra affetti e sensualità, nel gioco timbrico di corde e voce, a voler riscoprire, nella ricerca delle perdute sonorità originali, la profondità espressiva e l’evoluzione della sensibilità del mondo colto tra rinascimento e barocco. La doppia anima delle antiche intavolature, dal gusto di Corte per la stilizzazione raffinata, ai graffianti suoni che rievocano la dimensione ‘magica’ della musica barocca nei suoi più profondi legami con la cultura popolare. L’emancipata arte della variazione su lontani ritmi di danza stilizza e sintetizza reminiscenze della cultura araba e la trasgressiva sensualità dei balli dal Nuovo Mondo, con la gestualità elegante e la spiritualità del contesto culturale europeo. L’arcaico colore degli antichi strumenti, il virtuosismo tecnico e l’intensa vocalità delle arie seicentesche, propongono un itinerario estetico che svela un repertorio dalla insospettabile modernità e dal fascino sempre vivo”.

PROGRAMMA
Adrien Le Roy: Passemezzo, Branle, A meis Peines
Giulio Caccini: Amor ch’attendi, Tu Ch’Hai le penne, Con le luci
Lucas de Ribayaz: Xacaras
Santiago de Murcia: Gallardas, Marionas
Corelli/Le Cocq: Follie
Barbara Strozzi: Begl’occhi, Il Romeo, Che si può fare
Francesco Corbetta: Chaconne
J. Aranes: Chacona
Gaspar Sanz: Canarios, Espanoletas, Las Hachas
S. De Murcia: Tarantelas, La Jota
Domenico Mazzocchi: Fortuna sul volto

BIBLIOGRAFIA
Annalisa PELLEGRINI
Si diploma in Pianoforte nel 1996 e in Canto Lirico nel 2001 presso l’Ist. Mus. Par. “Giulia Briccialdi” di Terni. Consegue: nel 2002, il Master Internazionale in Direzione di Coro di Musica Sacra con il massimo dei voti; nel 2005, il Diploma Accademico in Canto Barocco e la Laurea in Musica Corale e Direzione di Coro, presso il Conservatorio “Morlacchi” di Perugia. Specializzata in Musica Antica e Musica Sacra, è stata tra le prime donne ad esibirsi come solista per eventi ufficiali in San Pietro, cantando per i Papi Giovanni Paolo II e Benedetto XVI. Ha fondato e dirige i Cori della Civica Scuola delle Arti in produzioni in Italia. Vanta tournée all’estero, in Francia, Inghilterra, Austria, Repubblica Ceca e Corea del Sud. Tiene regolarmente masterclass in Canto e Direzione di Coro in Italia e all’estero. E’ Presidente e Direttore Artistico dell’Ass.Cult.Mus. Fabrica Harmonica.

ROSARIO CICERO
Interprete del repertorio antico per chitarra, ha delineato nel corso della sua attività concertistica, un originale stile esecutivo, sintesi di una costante ricerca delle tecniche strumentali e dell’estetica dell’epoca. La sua formazione musicale, completata nei corsi internazionali tenuti da Hopkinson Smith (Estoril, Tours, Roma), si è emancipata nel costante contatto con Giuliano Balestra, sotto la cui guida si è diplomato in chitarra ed avviato allo studio della musica antica. Esibitosi in importanti teatri nazionali ed esteri (Spagna, Stati Uniti, Francia, Croazia), ha effettuato registrazioni per la Discoteca di Stato e per la RAI (concerto in diretta radiofonica dalla Cappella Paolina del Quirinale) ed ha inciso per la casa discografica B.M.G., per la Playgame, per la Niccolò (Guitart Collection) e, con la chitarra rinascimentale a quattro cori, per la Opus 111 (premio Diapason d’oro con il progetto Napolitane ). Ha inoltre svolto attività redazionale, scrivendo articoli e curando rubriche per riviste e periodici, tra cui Guitart e Chitarre Classica.

MARIO D’AGOSTO
Ha iniziato gli studi musicali come chitarrista. Attratto dal repertorio rinascimentale e barocco, sotto la costante guida di Giuliano Balestra, si è avviato allo studio del liuto, dopo aver completato gli studi in Conservatorio ed ottenuto il diploma di chitarra con il massimo dei voti e la lode. Ha effettuato numerosi concerti in Italia, Europa, Centro e Sud America, registrando per emittenti radiofoniche e televisive italiane e straniere. Con l’Accademia Strumentale Romana ha inciso il CD “Lamentazioni” di A. Scarlatti. Ha registrato due CD’s per la Casa discografica “Niccolò”: il primo “Viaggio in Italia” con musiche di S. L. Weiss e il secondo “Diferencias” in duo con Rosario Cicero. Con la Casa discografica Brilliant Classic ha pubblicato l’integrale delle opere per liuto di J. S. Bach.(due CD’s). E’ stato docente di liuto presso il Conservatorio di Musica “N. Piccinni” di Bari e presso il Dipartimento di Musica Antica presso la “Arts Academy” di Roma.