Elezioni europee, sei consiglieri regionali del centrosinistra contro l’assessore Di Gioia che vota Lega

Nessun passo indietro, nessun mea culpaLeonardo Di Gioia, assessore regionale all’Agricoltura della squadra di Michele Emiliano, prosegue la sua campagna elettorale in favore del candidato leghista alle europee, MassimoCasanova. E lo fa nel silenzio dello stesso governatore che – almeno pubblicamente – tira dritto. Di Gioia quindi resta dove sta, mentre le polemiche sono montate soprattutto all’indomani della visita del segretario nazionale del Pd Nicola Zingaretti che ha commentato la vicenda con parole che non hanno soddisfatto il Pd locale. In particolare, i consiglieri Fabiano Amati, Sergio Blasi, Napoleone Cera, Gianni Liviano, Ruggiero Mennea e Donato Pentassuglia: “Avevamo sperato in Zingaretti ma nulla di fatto. Il contorsionismo e la convenienza – hanno scritto in una nota – stanno prevalendo. L’assessore Di Gioia deve dimettersi o essere revocato, perché chi gode del nostro appoggio può scegliere di votare chi vuole, fuorché persone candidate in partiti che vogliono ammazzare i cittadini del sud in nome dell’autonomia del nord. Noi non abbiamo una doppia verità, una per il popolo e una per i dirigenti”.

Tratto da Il Fatto Quotidiano del 20 maggio 2019, giornalista Rosanna Volpe