Liste d’attesa, M5S: Piano nazionale per abbatterle pronto da due mesi. Regioni si attivino per concluderne l’approvazione

“Il nuovo Piano nazionale per abbattere le liste d’attesa è pronto da due mesi, per questo ci uniamo al Ministro Grillo nel chiedere alle Regioni, compresa la Puglia, di attivarsi in fretta per concluderne l’approvazione”. È quanto chiedono gli otto consiglieri regionali del M5S Puglia. Il Piano prevede che il Direttore Generale di ciascuna Asl abbia come obiettivo prioritario la riduzione delle liste d’attesa, sulla base del quale si valuterà il suo incarico, e che il cittadino costretto a rivolgersi al privato perché le Asl non sono in grado di garantire la prestazione nei tempi previsti, venga risarcito dal Pubblico. 


“Quello dei lunghi tempi d’attesa è il problema principale della sanità pubblica pugliese – continuano – che finisce inevitabilmente per agevolare la sanità privata. Il Governo ha fatto la sua parte stanziando 350 milioni di euro per il Piano nazionale delle liste d’attesa e ora bisogna approvare il testo in Conferenza Stato-Regioni per migliorare la qualità della vita dei cittadini costretti ad attendere mesi per eseguire un esame o una visita specialistica o, addirittura, a lunghi viaggi della speranza se hanno bisogno con urgenza di una prestazione. Auspichiamo che Emiliano, tra una passerella elettorale e l’altra si faccia portavoce di questa istanza in Conferenza Stato-Regioni, dal momento che da assessore alla Sanità ha sempre ignorato il problema. Aspettiamo ancora la famosa delibera di Giunta per l’abbattimento delle liste d’attesa promessa durante l’ultimo Consiglio regionale per la settimana successiva. Da allora è passato un mese, ma come immaginavamo della delibera neanche l’ombra. Purtroppo – concludono i cinquestelle – per l’assessore alla Sanità non scontentare i medici è più importante che garantire il diritto della salute dei pugliesi”.