Qualità della vita nelle province italiane. Anno 2018, Foggia 87 ma incrementa di otto posizioni rispetto al 2016

ItaliaOggi in collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma pubblica i risultati di uno studio, giunto alla 20-ma edizione, sulla qualità della vita nelle province italiane. La metodologia fa riferimento a nove dimensioni d’analisi: 1) affari e lavoro, 2) ambiente, 3) criminalità, 4) disagio sociale e personale, 5) popolazione, 6) servizi finanziari e scolastici, 7) sistema salute, 8) tempo libero e tenore di vita. Queste dimensioni sono declinate in 21 sottodimensioni, da cui derivano 84 indicatori di base che permettono di investigare in maniera approfondita sui molteplici aspetti in cui la qualità della vita si articola nelle province italiane. La combinazione di questi produce una classifica complessiva della qualità della vita che vede, fra le 110 province italiane, si confermano nelle prime tre posizioni quelle di Bolzano, di Trento e di Belluno. Fra le province pugliesi,

Lecce è 79-ma, con un incremento di +7 posizioni dal 2017 e +10 posizioni rispetto al 2016;
Brindisi è 80-ma, con un decremento di -2 posizioni dal 2017 e -6 posizioni rispetto al 2016;
Foggia è 87-ma, con un incremento di +2 posizioni dal 2017 e +8 posizioni rispetto al 2016;
Taranto è 88-ma, con un decremento di -4 posizioni dal 2017 e un incremento di +2 posizioni rispetto al 2016;
BAT è 94-ma, con un decremento di -20 posizioni dal 2017 e di -12 posizioni rispetto al 2016;
Bari è 103-ma, con un decremento di -7 posizioni dal 2017 e -22 posizioni rispetto al 2016.
Per gli approfondimenti si può consultare la fonte.