Olio tunisino, Damascelli: Zero dazi inaccettabile, Puglia intervenga

 

“Sull’abolizione dei dazi per l’olio tunisino, la prima regione olivicola del Paese non può restare silente: la Giunta pugliese deve adoperarsi per evitare che un fiume di olio straniero si riversi sui nostri scaffali. Ciò rappresenterebbe un danno ingentissimo sia per gli agricoltori pugliesi, sia per i consumatori che hanno il diritto di conoscere perfettamente e con la massima chiarezza la provenienza di quanto acquistano. Il nostro assessore all’Agricoltura è il coordinatore, in conferenza Stato-Regioni, degli assessori al ramo e deve interloquire con il Ministero per scongiurare questo colpo ingiusto al nostro comparto. Dobbiamo dire basta ad aperture continue all’estero, che nuocciono gravemente alle nostre aziende: non sappiamo nemmeno in Tunisia quali metodi e quali prodotti chimici vengano utilizzati. Il Governo regionale intraprenda una battaglia seria su questo fronte, in difesa delle nostre eccellenze, dell’economia pugliese e di tutti i cittadini. Noi la sosterremo”.

 

 

MITOALFAROMEO.COM