La Regione Puglia continua ad ostacolare l’avvio dei lavori finalizzati al prolungamento dell’Aeroporto Gino Lisa di Foggia, eterna soap opera

Apprendiamo dalla Gazzetta del Mezzogiorno che il nuovo Assessore Regionale Antonio Nunziante con delega a Protezione Civile – Personale e organizzazione – Trasporti (Reti e Infrastrutture per la mobilità, Verifiche e Controlli dei Servizi TPL, Mobilità sostenibile) ha sostenuto che che per studiare il dossier Gino Lisa ci vorrà qualche settimana. La notizia è in contrasto con quanto annunciato dalla Giunta Emiliano circa un mese fa, che ipotizzava l’invio della delibera agli uffici comunitari di Bruxelles entro una settimana. Nel frattempo c’è stata la dimissione del vecchio Assessore Giannini ma non può un rimpasto politico bloccare nuovamente questo iter delicatissimo.

La gestione del rilancio dello scalo foggiano, deliberato dalla UE ( ne avevamo parlato il 20 maggio 2017 a questo indirizzo), con tutte le rassicurazioni della Regione subito dopo oggi sembrano un lontano ricordo. Il tutto sembra l’ennesimo boicottaggio verso la Capitanata, nel frattempo nessun commento c’è stato a questa notizia da parte del Governatore Emiliano.

Il Presidente della CCIAA di Foggia dalla sua pagina Facebook ha commentato così: Tranquilli, che un modo per non farlo (questo maledetto allungamento della pista) riuscirete sempre a trovarlo. Se non l’UE, il Ministero; se non il Ministero, l’Enac; se non l’Enac, le compagnie aeree; se non le compagnie, gli uccelli migratori; se non gli uccelli, i foggiani scettici …
Ma di che parliamo?

Vi terremo aggiornati su ogni evoluzione. Attendiamo fiduciosi.

MA