Raffaele Fitto: Siamo certi che il centrodestra ne possa fare a meno delle primarie?

“Al contrario di tanti amanti del Nazareno del Cdx, passati e presenti, noi non abbiamo fatto e mai faremo Patti con Renzi e il Partito democratico. Ma pur con tutte le sbavature e qualche evidente stortura non possiamo non riflettere che le Primarie di domenica scorsa sono state per il Pd una grande vetrina mediatica e una movimentazione dal basso che ha posto il partito al centro dell’attenzione della politica italiana”. Così in una nota Raffaele Fitto, leader di Direzione Italia. “Siamo certi che il Cdx possa farne a meno? Siamo certi che esista un modo più democratico per scegliere contenuti e rappresentante della coalizione? Noi siamo convinti di no. Certo sarebbe meglio se fossero regolate con legge, siamo stati fra i primi (più di un anno fa) a depositare una proposta in Parlamento, ma oggi obiettivamente non ci sono i tempi per approvarla prima della fine della legislatura, chi afferma di volere le Primarie previa approvazione della legge, di fatto non le vuole. Perciò nel frattempo possiamo farle con regole chiare e condivise: ad esempio, regolando l’accesso solo a chi ha la tessera elettorale e facendo firmare un manifesto politico a chi partecipa. Al contrario il Cdx sarà condannato a rimanere diviso e rischia di essere responsabile di aver consegnato l’Italia a chi racchiude la democrazia in un clik”.